Che cos’è Bitcoin? Come funzionano le Cryptovalute?

Che cos'è Bitcoin e come trarne vantaggio?Certamente molti di voi sapranno già che cos’è Bitcoin e come funziona, ormai sono diversi anni che circola su larga scala, tuttavia in molti potrebbero ancora aver bisogno di informazioni in merito.

Bitcoin è nato nel 2009 da un ignoto chiamato con lo pseudonimo Satoshi Nakamoto, si propone come valuta digitale cifrata, detta anche cryptocurrency.

Si tratta di un nuovo concetto di valore, un algoritmo che identifica in modo univoco una stringa di codice cifrata, racchiusa in un blocco.

Non esiste solo Bitcoin, sono passati già diversi anni e l’ecosistema delle cryptocurrency si è popolato da innumerevoli alternative, più o meno interessanti, ma affronteremo il tema in un altro articolo.

Come può una stringa di caratteri senza senso avere valore?

Prima di attribuire un valore a questi caratteri, è necessario comprendere le specifiche tecniche che supportano la rete di Bitcoin, ovvero la Blockchain. La tecnologia che consente di fornire garanzia di ciò che è scritto all’interno del blocco di stringhe.

La Blockchain fornisce un supporto su rete p2p composta da migliaia di nodi, dunque decentralizzata e priva di un ente centrale che possa condizionare il contenuto dei blocchi.

Bitcoin appartiene a tutti e a nessuno.

Non ha bisogno di un garante, ne di una banca centrale, è la tecnologia su cui si basa che garantisce il suo valore, la sua immutabilità.

Perchè il valore di Bitcoin continua a crescere?

La risposta a questa domanda potrebbe essere data ponendo la stessa domanda ma posta al contrario: perchè le valute tradizionali continuano a perdere valore?

Le valute tradizionali, appoggiate a banche centrali, continuano a perdere di valore a causa della loro costante inflazione, ovvero la continua stampa di nuova valuta.

Bitcoin è finito, ovvero la quantità totale disponibile, 21 milioni di Bitcoin, è scritta nel codice e non è possibile dunque crearne più di quanti stabiliti.

Ne consegue che può essere utilizzato come congelatore di valore, molti acquistano Bitcoin per evitare la svalutazione dei propri averi.

Tuttavia, con l’aumento dell’interesse da parte di investitori che desiderano farne uso per tale scopo, ne consegue che il prezzo di Bitcoin continui a salire.

Trasformando il Bitcoin in un acceleratore di valore, un volano capace di moltiplicare il capitale innumerevoli volte. Ecco cos’è Bitcoin.

Come ottengo dei Bitcoin?

Per ottenere dei bitcoin, la via più facile oggi è acquistarne presso una piattaforma di scambio valuta, dette exchange, suggerisco l’utilizzo di alcune piattaforme autorevoli come Cex o Bitstamp.

Tuttavia non è l’unica via, è possibile ricevere Bitcoin in cambio di beni, o servizi, sotto forma di retribuzione.

E’ possibile infine ottenere Bitcoin, estraendone con hardware appositi, questa tipologia di estrazione è detta Mining. Consiste nella codificazione di nuove stringhe univoche mediante il calcolo di processori specifici, sempre più potenti.

Il Mining di cryptovalute è tuttavia una pratica che suggerisco solo ai più esperti, se non adeguatamente studiato, il rischio è di andare a pagare in costi elettrici, più di quanto si riesca ad estrarre.

Quali altri vantaggi mi porta Bitcoin?

I servizi che orbitano intorno al Bitcoin sono molteplici, ne escono di nuovi ogni giorno, è un mercato che rivoluzionerà il mondo finanziario e tecnologico, molto più di quanto ha fatto internet.

Acquistare Bitcoin infatti, equivale oggi ad avere del contante nel portafoglio, il denaro contante non è nominativo, appartiene a chi lo può spendere.

Inoltre ancora tramite i circuiti tradizionali (VISA o Mastercard), sono inoltre usciti ulteriori servizi di pagamento, come 2Gether, che aprono bitcoin al mercato tradizionale mondiale.

Questi servizi di pagamento eseguono una trasformazione istantanea dell’importo da pagare, convertendo il valore da Bitcoin a Euro, applicando le dovute commissioni per il servizio.

Wallet di BitcoinCome faccio a maneggiare i Bitcoin una volta ottenuti?

Dopo aver acquistato i vostri Bitcoin, su una piattaforma di scambio, il suggerimento è di trasferirli su di un portafoglio, (un wallet). Specialmente se i vostri capitali sono importanti.

Gestire i Bitcoin nel vostro wallet vi darà modo di essere l’unico responsabile del vostro capitale. Ma significherà anche che non potrete appellarvi a nessuno qualora qualcosa dovesse andare storto.

E’ quindi importante analizzare bene tutte le criticità e peculiarità dei metodi di gestione del proprio capitale in Bitcoin.

Modalità di conservazione del capitale in Bitcoin

Conservare il capitale presso la piattaforma di scambio può tornare utile per chi desidera speculare, anche quotidianamente, sul valore di mercato. Il cambio USD/BTC è spesso così volatile da garantire guadagni interessanti per chi sa il fatto suo.

Tuttavia le piattaforme di scambio sono anche le più attaccate dagli hacker, è già accaduto in passato e accadrà ancora in futuro. Una piattaforma di scambio svaligiata può essere portata al fallimento, con tutte le conseguenze ovvie per il nostro capitale.

Esistono servizi di custodia online, wallet virtuali che spesso rinunciano anche ai servizi di scambio, ma forniscono un minimo di supporto per gli utenti meno esperti, ma non per questo immuni da possibili attacchi informatici.

Si può inoltre utilizzare un software apposito per gestire i propri Bitcoin dal dispositivo che preferiamo. Ci sono wallet per smartphone, per PC, Mac e Linux.

Gestire il proprio portafoglio su dispositivo mobile o su pc, mette però a rischio la nostra persona, che può essere esposta a furti e rapine. Senza considerare il rischio incendio.

Backup e Ripristino

Per ovviare a questi problemi nella gestione di un proprio wallet personale, entra in aiuto il backup e ripristino. Infatti il nostro wallet in realtà è virtuale, anche se lo visualizziamo da un dispositivo fisico, è possibile accedere allo stesso mediante una stringa.

La chiave segreta, una stringa esadecimale, conosciuta anche come dump del proprio wallet, è il modo tradizionale per poterne salvare il contenuto.

Alcuni software più evoluti propongono un’alternativa a questa stringa esadecimale, composta da 12 parole random, che unite insieme ricompongono tale stringa.

Chiunque sia in grado di ricomporre questa stringa, avrà il possesso del capitale conservato nel wallet.

Conclusioni

VIXIT mette a tua disposizione tutto il supporto necessario, sia per aziende o privati, per affacciarti al mondo delle cryptovalute in sicurezza e capire approfonditamente cos’è Bitcoin. Tramite consulenza presso la tua sede su tutto il territorio svizzero o in remoto tramite videoconferenza.

Per approfondimenti suggerisco il nostro servizio eVault.